GAL-MONGIOIE
      
 
piante del bosco
 
SORBO DEGLI UCCELLATORI
Sorbus aucuparia L.

"Sorbus": Ŕ il nome del sorbo per i Romani; l'aggettivo "aucuparia" = per l'aucupio, Ŕ derivato dal fatto che da tempi molto antichi le bacche della pianta sono state usate come richiamo per gli uccelli

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE

Famiglia: Rosacee
Altezza: arbusto o albero di 5 - 15 m
Chioma: ovale, aperta, con rami ascendenti
Tronco: dritto, rami giovani grigio-porporini
Corteccia: da grigio argento e liscia, piante giovani, a grigio-bruno, poi segnata da una rete di lenticelle lineari
Foglia: verde scuro sulla pagina superiore, verde-grigio inferiormente, composta, imparipennata, di 10 - 20 cm, formata da 9 - 17 foglioline ellittiche a margine seghettato, sessili
sorbo degli uccellatori
Gemme bruno-rosse, di 1-2 cm, coperte di peli grigi
Fiore: ermafrodita, bianco e profumato, diametro 1 cm, 5 petali, 5 sepali; infiorescenza: corimbi. Impollinazione entomofila.
Fioritura: maggio-luglio
Frutto: pomo rosso, fino a 1 cm; infruttescenze pendenti derivanti dalle infiorescenze. I frutti non sono commestibili per l'uomo ma sono un elemento importante per il nutrimento della fauna attiva nella stagione invernale

ECOLOGIA

Ambiente: zone assolate, pendii sassosi, foreste, boscaglia, fino a 2000 m, adattabile; cresce su terreni acidi e umidi, tra la fascia montana e quella subalpina dove occupa principalmente nicchie rocciose, strapiombi Distribuzione: nei boschi e nelle regioni di montagna dell'Europa, dell'Asia sud-occidentale e del Nord Africa

 

A CHE COSA SERVE?

Legno: duro, liscio compatto ed elastico, usato per intagli, tornitura; si impiega e serve per fabbricare le slitte. Buono come combustibile
Usi officinali: i frutti contengono vari principi attivi come sostanze pectiche e tanniche, sorbitolo e acidi organici, che conferiscono proprietÓ dietetiche, astringenti, antiinfiammatorie e lenitive; sono inoltre indicati contro la tosse, il catarro cronico, le diarree
Pianta ornamentale:
viene spesso coltivata come ornamentale in montagna per lo splendido aspetto dei fiori e dei frutti
CuriositÓ:
Si riteneva in passato che il sorbo piantato accanto alle case e alle stalle tenesse lontani i fulmini, gli spiriti malefici e le streghe

 
 
logo unione europea
logo regione piemonte
logo gal mongioie