GAL-MONGIOIE
      
 
piante del bosco
 
TIGLIO
Tilia platyphillos
Scop.

"Tilia": è il nome dei tiglio per i Romani

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE

Famiglia: Tiliacee
Altezza: fino a 40 m
Chioma: alta, a cupola
Tronco: robusto, eretto. Rami verde-rossastri, tomentosi, rivolti verso l'alto
Corteccia: grigio scura, finemente fessurata
Foglia: semplice, verde scuro superiormente, più chiara, tomentosa e con peli bianchi sulle nervature, sulla pagina inferiore; cuoriforme, appuntita, a base asimmetrica, margini seghettati, di 6 - 15 cm x 6 - 15 cm. Picciolo tomentoso di 2,5 cm
tiglio
Gemme: globose, vellutate a tre scaglie
Fiore: ermafrodita, bianco-giallastro con 5 sepali e 5 petali, molto profumato e ricco di nettare, in infiorescenze pendenti in gruppi di 1 - 6 fiori con una brattea fogliacea lunga 5 - 12 cm.
Impollinazione entomofila. Fioritura: maggio -giugno
Frutto: capsula arrotondata, diametro 6 - 10 mm, con 3 - 5 costolature prominenti, ricoperto da peli fitti e corti

ECOLOGIA

Ambiente: boschi misti di latifoglie, quercia e faggio, fino a 1200 m, su terreni ben drenati
Distribuzione: areale europeo, dalla penisola Iberica al Caucaso

 

A CHE COSA SERVE?

Legno: chiaro, tenero ed elastico; è di facile lavorazione e si usa nella fabbricazione dei mobili, per lavori di intaglio e tornio, per fare gli zoccoli e per strumenti musicali. Il carbone è apprezzato per fabbricare la polvere pirica. per disegnare, come dentifricio. La corteccia è provvista di fibre, usate per la fabbricazione di stuoie e sacchi
Usi officinali: i fiori sono utilizzabili come sedativo, ansiolitico e nella cura delle emicranie. Utile anche nelle patologie dell'apparato respiratorio e nelle malattie da raffreddamento. La polvere del carbone può essere impiegata per i disturbi di stomaco
Pianta ornamentale: viene spesso impiegato nei viali e nei giardini per il portamento e il profumo intenso durante la fioritura

 
 
logo unione europea
logo regione piemonte
logo gal mongioie