GAL-MONGIOIE
      
 
piante ornamentali
 
ALBERO DEI TULIPANI
Liriodendron tulipifera
L.

"Liriodendrom": il nome deriva dal greco "leirion" = giglio e "dendron" = albero, per i fiori grandi e appariscenti. "Tulipifera" significa "portatore di tulipani"

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE:

Famiglia: Magnoliacee
Altezza: 20 - 40 m
Chioma: piramidale allargata e arrotondata sulla cima
Tronco: eretto con rami sinuosi
Corteccia: bruno - grigia, chiara, liscia che diviene rugosa con il passare degli anni
Foglia: semplice, di colore verde chiaro a quattro lobi, con apice tronco, lunga circa 15 cm, con colorazione autunnale giallo - dorata
albero dei tulipani
Fiore: ermafrodita, grande e appariscente, terminale, lungo 5 - 6 cm, calice caduco formato da 3 sepali verde-giallastri, corolla con 6 petali bianco - giallastri con macchie di colore arancione. Impollinazione entomofila. Fioritura: maggio - luglio
Frutto: è unico del suo genere: viene chiamato "samareto". Si tratta di un frutto multiplo costituito da piccoli acheni alati, di colore bruno, paragonabili alle samare. Le infruttescenze hanno una forma che ricorda una pigna, terminali ed erette, di 5 - 8 cm

ECOLOGIA

Ambiente: su un terreno fertile e profondo, è una specie rustica e longeva; sopporta bene anche i freddi intensi
Distribuzione: la specie è originaria del Nord America orientale

 

A CHE COSA SERVE?

Legno: di colore giallo chiaro e di discreta qualità, molto resistente ai parassiti, ha numerosi impieghi in falegnameria, nell'industria cartaria e in quella nautica
Pianta ornamentale: la pianta è stata portata in Europa nel secolo XVII e si è diffusa come ornamentale per la bellezza dei fiori e del fogliame e in Europa centrale anche per il legname.
E' molto decorativa, sia per i suoi fiori che per le sue foglie, che acquistano suggestivi colori autunnali e tremolano al vento come quelle del pioppo: per questo motivo in America la pianta è chiamata "pioppo giallo"
Usi officinali: dalla sua corteccia si estrae una sostanza amara con proprietà febbrifughe simili a quelle del chinino

 
 
logo unione europea
logo regione piemonte
logo gal mongioie