GAL-MONGIOIE
      
 
piante ornamentali
 
MAGNOLIA
Magnolia
sp.

"Magnolia": il nome deriva dal botanico francese Pietro Magnol, morto nel 1745, cui è stata dedicata

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE

Famiglia: Magnoliacee
Altezza: fino a 25 m
Chioma: piramidale ovale
Tronco: eretto spesso ramificato fino dalla base
Corteccia: grigio scuro, liscia
Foglia: semplice, ellittica, di 10 - 20 cm, verde scuro, con apice acuto; hanno consistenza cuoiosa
Gemme: racchiuse in stipole
Fiore: ermafrodita, grande e appariscente, bianco, lungo fino a 20 cm, molto profumato Impollinazione entomofila. Fioritura: maggio - settembre
magnolia
Frutto: infruttescenza ovale, lunga 7 - 10 cm, formata da numerosi acheni arancio - rossi e squame verdi - brune inseriti su un breve asse

ECOLOGIA

Ambiente: predilige posizioni soleggiate e terreni acidi e profondi. E' legata a climi miti e tollera freddi intensi solo se limitati nel tempo Distribuzione: proviene dagli Stati Uniti sudorientali e dal Golfo del Messico, dove vive spontanea nelle pianure umide

 

A CHE COSA SERVE?

Legno: utilizzato in falegnameria perché facile da lavorare e durevole; usato anche come combustibile
Pianta ornamentale: pianta molto decorativa coltivata per la bellezza dei suoi fiori diffusa in parchi e giardini, introdotta in Europa agli inizi del '700; si ritiene che il primo luogo in cui fu piantata fu il giardino dell'arcivescovo di Londra, dono di un missionario della Virginia. Resiste bene agli agenti inquinanti presenti nell'atmosfera ed è quindi adatta al verde metropolitano
Curiosità:
la magnolia è la più antica angiosperma comparsa sulla terra, con reperiti fossili che appartengono al periodo Cretaceo

 
 
logo unione europea
logo regione piemonte
logo gal mongioie